Insieme verso l'Orizzonte

21 Dicembre 2017 by in category Rassegna Stampa with 0 and 0

Questo articolo è stato pubblicato sul sito OMAR – Osservatorio Malattie Rare il 29 Settembre 2017.

Vogliamo ringraziare innanzitutto Ilaria Vacca per aver dato risalto alla nostra iniziativa “Insieme verso l’orizzonte”, una settimana speciale dedicata a bambini e ragazzi disabili.
Il progetto, realizzato in collaborazione con la cooperativa sociale “Il Faro”, ha goduto del patrocinio dell’Ambito Territoriale Sociale XIII della provincia di Ancona, comprendente i Comuni di Osimo, Camerano, Numana, Castelfidardo, Loreto, Offagna e Sirolo.

Dall’11 al 15 Settembre 2018, 6 bambini e ragazzi, di età compresa fra i 2 e i 16 anni, ciascuno con disabilità fisiche di natura centrale, hanno svolto attività motoria qualificata secondo il metodo della Conductive Education, hanno lavorato sulle autonomie e sull’indipendenza, hanno svolto attività ludiche ed effettuato un’uscita di gruppo in maneggio per provare l’esperienza dell’andare a cavallo e avere un primo approccio con l’ippoterapia.

Nell’articolo pubblicato sul sito dell’OMAR – Osservatorio Malattie Rare si è parlato del nostro progetto “Insieme verso l’orizzonte”, delle attività svolte dalla nostra Associazione e della Conductive Education, sistema integrato di educazione cognitiva, fisica, sociale, emozionale, etica e della volontà, basata sulla premessa che i bambini con alcune particolari patologie, come la paralisi cerebrale, non presentano semplicemente una condizione medica che richiede un trattamento, ma hanno particolari esigenze di apprendimento.

“Si tratta di una metodica integrativa che, pur ponendosi come assolutamente collaterale alle possibili terapie farmacologiche e ai metodi educativi tradizionali, può essere molto utile. Lo è stata, ad esempio, nel caso di Giulia e di suo figlio Andrea. Giulia Fesce è la fondatrice di Orizzonte Autonomia Onlus, associazione che è attiva in provincia di Ancona e che si pone come obiettivo principale quello di aiutare le famiglie che vogliono avvicinarsi a questa terapia non riconosciuta dal Sistema Sanitario Nazionale (SSN).”

Dal canto nostro, l’articolo ci ha dato modo di raccontare come l’iniziativa “Insieme verso l’orizzonte” abbia rappresentato:

“un efficace modello di cooperazione tra enti non profit, istituzioni e privati, nella convinzione che da un’integrazione e commistione di saperi e competenze, basata su rapporti fiduciari che possano porre le basi di un riconoscimento e affidamento reciproco tra attori sociali e istituzionali, possa scaturire un’alternativa all’attuale offerta del SSN, che, seppur valida e qualificata, presenta a volte lacune, lungaggini e insufficienza di servizi proposti”.

“Il primo sensibile aiuto è venuto, in questo caso, dalle istituzioni – continua Giulia Fesce – che hanno mostrato capacità di ascolto e fattiva collaborazione. Il Patrocinio dell’Ambito Territoriale Sociale XIII ha consentito di far assumere al progetto quella garanzia di serietà e ufficialità che ha spinto alcuni stakeholders a finanziare il progetto; parliamo di piccole cifre e piccoli numeri, ma quel che conta è che questo modello esiste e può funzionare. Grazie alla sinergia dei genitori che fanno parte dell’associazione, dei Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale XIII e della cooperativa sociale Il Faro, e al contributo economico di alcuni enti privati della zona che hanno sostenuto economicamente il progetto (Fondazione Maria Grazia Balducci Rossi, Farmacia San Giovanni, BCC Banca di Filottrano, Pool Water Snc – Piscine), l’iniziativa è stata completamente gratuita per le famiglie, che sono state molto soddisfatte dell’esperienza”.

 

Per informazioni: info@orizzonteautonomia.org  

Fonte dell’articolo: Osservatoriomalattierare.it 

Link all'articolo ufficiale
insieme-verso-orizzonte

©2019 ORIZZONTE AUTONOMIA ONLUS All rights reserved ~ info@orizzonteautonomia.org ~ Privacy Policy ~ CREATED BY MAGNETIC PANGEA

X